Interviste

Intervista al noto critico letterario sul recente romanzo dello scrittore castellano

 “Il sesso e la vita” di Aldo Onorati

visto da Marco Onofrio

 

di Lucia Fruttaldo

 

 

È uscito, coi tipi della EdiLet (Edilazio Letteraria) di Roma, diretta dallo scrittore e critico Marco Onofrio, il nuovo romanzo di Aldo Onorati “Il sesso e la vita: il passaporto erotico di una generazione”. Ne parliamo proprio con Marco Onofrio, che ha scritto una straordinaria prefazione all’opera e ne ha curato la pubblicazione. Onofrio è uno dei più energici e significativi autori contemporanei, avendo al suo attivo diverse sillogi poetiche, romanzi, racconti e saggi critici, di cui cito “Dentro del cielo stellare… La poesia orfica di Dino Campana”, pietra miliare sugli studi campaniani, sull’orfismo e sui miti, che ha ricevuto, fra i vari riconoscimenti, il premio nazionale “Terzo Millennio”  (targa del Senato della Repubblica).

 

Leggi tutto...
 

I talenti letterari dei Castelli Romani

raccontati da Marco Onofrio

 

di Claudia Recchi

Direttore editoriale della EdiLet, settore letterario della Edilazio da lui stesso creato nel 2007, Marco Onofrio ci parla con piacere del fervido mondo letterario dei Castelli Romani, di cui è profondo conoscitore. Residente a Marino da cinque anni e ai Castelli dal 1988, Onofrio ha infatti instaurato un rapporto privilegiato con il territorio e con le sue voci culturalmente stimolanti e accattivanti.

Leggi tutto...
 

Il mistero e la clessidra

Intervista al critico Marco Onofrio

 

di Paola Meschini

 

Nel mese di dicembre del 2009 è uscito per i tipi di EdiLet-Edilazio Letteraria “Il mistero e la clessidra”, antologia poetica di Aldo Onorati, autore nato ad Albano Laziale, scrittore, poeta e saggista di livello internazionale, peraltro molto amato ai Castelli Romani. Per introdurre adeguatamente il pubblico alla lettura di questo libro ne ho intervistato il giovane editore e curatore Marco Onofrio, che con brillante intuizione ha proposto ai lettori la poesia di Aldo onorati presentandola in una chiave di lettura originale. Il titolo del libro, “Il mistero e la clessidra”, è stato scelto dal curatore con la completa approvazione dell’autore, e le poesie, che non seguono un ordine cronologico, sono raccolte in cinque gruppi contraddistinti da significativi titoli, ugualmente ideati e direi scaturiti dalla creatività di Marco Onofrio, a testimonianza del suo attento lavoro di preparazione e anche di come egli sia riuscito mirabilmente a penetrare la poetica onoratiana. 

 

Leggi tutto...
 

Intervista a Marco Onofrio su Nello specchio del racconto

 

di Paolo Di Paolo

 

Raccontare uno scrittore schivo come Antonio Debenedetti non deve essere impresa facile. È riuscita a un altro scrittore, classe 1971, Marco Onofrio. Dopo avere sondato i vasti territori della poesia novecentesca italiana (tra i suoi titoli, Ungaretti e Roma e Dentro del cielo stellare. La poesia orfica di Dino Campana), si accosta ora a un grande narratore come Debenedetti. Nello specchio del racconto. L’opera narrativa di Antonio Debenedetti (EdiLet, pp. 230, euro 15) è il risultato ammirevole di un’ampia e stratificata analisi: libro per libro, Onofrio evidenzia le linee di quell’«itinerario di coerenza estrema» di cui ha parlato Giulio Ferroni. Lo “scrittore Novecento”, come Onofrio ribattezza Debenedetti, viene avvicinato e spiato nel misterioso rigore da «asceta del mestiere letterario». «Inquieto, problematico, ipocondriaco, volubile, meteoropatico»: Onofrio azzarda un ritratto vis-à-vis e centra l’obiettivo, accostando alle parole scritte le tessere fotografiche di Massimiliano Malerba. Qui lo scrittore viene colto nel vivo, nella luce di un preciso pomeriggio di novembre. Roma, l’Aventino: i luoghi del cuore. E tutta la gamma espressiva dell’uomo: gentile, sorridente, pensoso, malinconico, inquieto, curioso.

 

Leggi tutto...
 

 

 

Aldo Onorati: il mistero della poesia e la clessidra della letteratura

Intervista a Marco Onofrio, curatore della prima antologia poetica

dello scrittore castellano

 

di Patrizia Pallotta

 

È recentemente uscita, per i tipi di EdiLet (Edilazio Letteraria), la prima antologia poetica di Aldo Onorati, dal titolo Il mistero e la clessidra (210 pagine, 12 €), a cura dello scrittore e critico letterario Marco Onofrio, che della EdiLet è anche direttore editoriale. Proprio Marco Onofrio siamo andati ad incontrare, nello studio della casa editrice romana (a via Taranto, 184 - zona San Giovanni), per l’intervista qui di seguito riportata.   

 

Leggi tutto...
 

Se la letteratura tornasse all’immaginazione

Nella magia delle parole per cercare l’essenza dell’uomo

 

Intervista a Marco Onofrio

di Silvia Santirosi

 

L’incontro con Marco Onofrio, poeta, scrittore e saggista di Marino, avviene nella sede della casa editrice Edilazio, di cui è direttore responsabile. Mentre parliamo, soprattutto del suo lavoro, non si può far a meno di notare l’entusiasmo e la passione che lo animano. Iniziamo la conversazione proprio da qui.

Leggi tutto...
 

INTERVISTA A MARCO ONOFRIO – EDILET

Interesse per gli autori emergenti”, “progetti editoriali specifici per i nuovi scrittori” sono modi di dire che possono significare tante cose. L’interesse per l’emergente o l’aspirante può concretizzarsi in mera “ottica-pecunia” (come guadagnare su), pubblicitaria (venite da noi che), oppure culturale. La casa editrice Edilet punta sui nuovi talenti. Come lo fa, con che spirito, quali sono gli strumenti che offre?

EdiLet nasce nel dicembre 2007 come settore letterario di una casa editrice già affermata nel panorama romano e nazionale: Edilazio. EdiLet è, infatti, l’acronimo di Edilazio Letteraria; ma si può anche leggere e intendere (come molti fanno) Edizioni Letterarie, o Edizioni Letteratura. Perché è alla Letteratura che ci siamo votati, anima e corpo, e che cerchiamo con passione di valorizzare. La parola d’ordine, da noi, è “selezione di qualità”. Pubblichiamo solo ciò che ci piace e in cui possiamo/vogliamo credere. In termini non necessariamente commerciali: altrimenti non si fa cultura. E noi, nel nostro piccolo, intendiamo farla. L’editoria, come diceva Aldo Manuzio, è mercanzia “d’onore” prima che “d’utile”.

Leggi tutto...
 

Essenzialmente sguardo

 


a colloquio con Marco Onofrio

 

di Gabriella Schina

 

Incontrare Marco Onofrio è stato un vero assalto ai nostri pregiudizi. Quando si pensa ai poeti, me compresa, difficilmente ci si distacca da quella rappresentazione stereotipata che oscilla tra il folle e il maudit che raccoglie tutto il dolore del mondo, vittima pronta a dimostrarlo. Se la cosa va un po’ meglio ci si limita al “solito personaggio” che sta sempre tra le nuvole, anche se poi qualcosa di vero in fondo c’è. Con Marco questo non accade, proprio perché a colpirci è quel senso di aderente realtà che porta anche il suo fisico, una sobrietà di modi e d’intelligenza e, rara virtù, la capacità, per niente autoreferenziale, di ascoltare e colloquiare con l’altro. Si sottopone a un affettuoso fuoco di fila di domande sulla poesia, non perdendo mai la sua tranquilla sicurezza.

Leggi tutto...
 

sito realizzato da: ms