LIBRI PUBBLICATI

Antebe. Romanzo d’amore in versi, Roma, Giulio Perrone Editore, settembre 2007;

Introduzione di Paolo Di Paolo;

Pagg.128;
Genere: poesia;

Immagine di copertina: “Crisalide” (1972), pastello di Antonio Montefusco


Vincitore della II edizione del Premio “Io-scrivo”, sezione “opera poetica” (gennaio 2007), Antebe si costruisce come un poemetto (anzi, “romanzo”) d’amore che, sgranandosi in 54 liriche, all’interno di un percorso segnato da “stazioni” simboliche e sintomatiche, da momenti topici e trascoloranti passaggi evolutivi, parte dalla solitudine esistenziale e metafisica di un Io - proteso al Sé - che poi (allorché evocato, incontrato, posseduto, perso e in ultimo rimpianto, l’oggetto d’amore, quale Figura piena della Forma, densa di materia originale, e ipostasi della ‘grande alterità’ - l’essere e il mondo -, ovvero il termine sine qua non entro cui conoscersi, confrontarsi, crescere) nell’Io infine si ritrova, può vivere di nuovo e far ritorno.

Leggi tutto...
 

Guido De Carolis. Pittura Luce Energia, Roma, Edilazio, luglio 2007;

Saggio introduttivo di Franco Campegiani;

Pagg.152 + 53 illustrazioni a colori;

Genere: saggistica;

Immagine di copertina: “Verso l’alto”, olio su tela di Guido De Carolis


A metà fra biografia e monografia d’arte, è l’omaggio appassionato a un pittore che ha saputo emozionarmi. È la lettura di un uomo, prima che di un artista, come “libro vivente”, come specchio di tante cose - molte delle quali misteriose. Il maestro Guido De Carolis – discendente del celebre Adolfo, illustratore della poesia immaginifica di Gabriele d’Annunzio – è un “puro artista” che della pittura ha fatto ragione di vita e mezzo di ricerca etica, di approfondimento interiore, di confronto con le istanze dello spirito.

Leggi tutto...
 

D’istruzioni, Roma, Sovera Editore, ottobre 2006;

Prefazione di Mario Verdone;

Postfazione di Raffaello Utzeri;

Pagg. 96;

Genere: poesia;

Immagine di copertina: “Emergere”, olio su tela di Guido De Carolis


D’istruzioni, ovvero: “distruzioni” (nel senso di rovine, cose distrutte; oppure di forze distruttive in atto)… e “delle istruzioni” (cioè: circa, riguardo le istruzioni). L’ambiguità del titolo “racchiude la legge suprema del fatto creativo, per cui la poesia stessa si dà come autorappresentazione, come gioco in fieri delle sue alchimie” (Verdone).

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 9

sito realizzato da: ms